Eccentrici Dadarò
Mostry
Teatro Masini - domenica 24 gennaio 2021

di Matteo Lanfranchi
e Fabrizio Visconti

con Dadde Visconti

regia di Fabrizio Visconti

 

Lui è Mostry. Nato, preparato, allenato per fare paura. Come qualunque mostro.
E come qualunque mostro, il suo pubblico ideale è quello di tanti bambini.

Oggi per Mostry è il primo giorno di lavoro, è il primo show. Per la prima volta si esibirà davanti a un pubblico. Non vuole essere secondo a nessun mostro lo abbia preceduto e ha con sé tutto il suo campionario di strumenti terrificanti: maschere, suoni, luci, colori, parole, azioni, atmosfere, suggestioni…non ha dimenticato nulla. Sarà un’esibizione memorabile la sua.

Mostry sogna: sogna il grido dei bambini, le manine che si stringono, gli occhietti che diventano lucidi, le vocine che si fanno rauche. Ma con i sogni arriva anche la paura… come la paura? Mostry è il più mostro dei mostri! Cosa c’entra la paura? Sì, ma se non grideranno? Se non si stringeranno uno all’altro per sentirsi un po’ più forti? Se non si faranno piccolissimi nelle poltroncine come per sparire? Se lui non farà paura sua mamma si arrabbierà e lo punirà, proprio lei che ha sempre fatto tanti sogni su di lui: che fosse il più grande, il migliore, il più terrificante di tutti i mostri.

E così Mostry scopre cosa è davvero la paura, quella più grande, quella di tutti, quella che ti accompagna sempre. La paura di non essere adatto, di deludere le aspettative, di non essere all’altezza, di essere come invisibile, in una parola: solo.

Ma forse Mostry sta per scoprire una cosa ancora più importante sulla paura: che l’unico modo per uscirne è affrontarla con tutta la forza che ha, guardarla in faccia e magari scoprirla diversa da come credeva. Imparerà anche lui che forse certi mostri, se li guardi bene, non sono poi così brutti come sembrano. Così come i bambini dovranno guardare lui, per ritrovarsi poi più forti, un po’ meno spaventati, un po’ più uguali nel coraggio, un po’ meno soli.

Teatro d’attore e clownerie

Calendario spettacoli

domenica 24 gennaio ore 16:00

Teatro Masini

Piazza Nenni, 3
48018 Faenza (RA)
0546 21306
teatromasini@accademiaperduta.it

Posti contingentati.
Lo spettacolo andrà in scena nel rispetto delle norme per la sicurezza in vigore.

Prevendite: da sabato 14 a sabato 21 novembre (domenica 15 esclusa) dalle ore 10 alle ore 13 e nei successivi giorni e orari di apertura della Biglietteria.
Nel pomeriggio di spettacolo la Biglietteria aprirà un'ora prima della rappresentazione.

Prenotazioni telefoniche (0546 21306): dal 16 novembre dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13 (festivi esclusi).
Non si accettano prenotazioni telefoniche negli orari di apertura serale della Biglietteria.

Biglietti online (Vivaticket): da domenica 15 novembre 2020.

NB: i biglietti prenotati telefonicamente e le ricevute della vendita on-line dovranno essere permutati con il regolare biglietto SIAE entro 30 minuti dall’orario di inizio dello spettacolo. 

Prezzi:

Settore unico  € 5

Il costo del servizio prevendita/prenotazione è di € 1 per ogni biglietto acquistato/prenotato.
Sul prezzo dei biglietti acquistati online, sarà applicata un’ulteriore maggiorazione da parte del fornitore del servizio. 

AVVERTENZE GENERALI: 
la Direzione del Teatro si riserva di apportare modifiche che cause di forza maggiore imporranno. 
Per alcuni spettacoli potrà esserci l’eventualità di non garantire la medesima disposizione di posti acquistata a causa di particolari esigenze di allestimento richiedenti modifiche all’assetto del Teatro stesso.