PROSA
 
A TEATRO IN FAMIGLIA
 

 

L'ingegnere forlivese Giuseppe Missirini, fu incaricato di presentare un progetto per la costruzione di un nuovo teatro sul retro del Palazzo Comunale. La costruzione iniziò nel 1827, il primo spettacolo fu presentato nel 1838.
Nel 1867 si incaricò l'ingegnere Luigi Conti di Faenza di progettare il restauro e la costruzione dei palchi sul proscenio. I lavori furono ultimati nel 1877.
Da questo momento furono messe in scena rappresentazioni di alto livello qualitativo, sia di prosa che di lirica.
Oggi la pianta della sala è a ferro di cavallo, con tre ordini di palchi, tredici per piano, e loggione. Il cielo presenta decorazioni monocrome a tempera e calce con effetti chiaroscurali. Il rosone centrale è attorniato da un decoro policromo a tralci floreali, di fattura posteriore.