Portami via
Ridotto Teatro Masini -

di MARTA COSENTINO

Italia, 2016

produzione Marta Santamato Cosentino e Invisibile Film

colore - durata 59’

Portami via è un documentario autoprodotto da Marta Santamato Cosentino e da Gabriella Manfrè per Invisibile film. Giovane giornalista che vive tra Beirut e Milano occupandosi prevalentemente di politica e società del Medio Oriente per la stampa nazionale ed estera, Marta Santamato Cosentino ha girato in Italia e in Libano, tra il mese di aprile e luglio 2016, un documentario che è un’intima fotografia della metamorfosi nella vita di una famiglia siriana: dalle torture nelle carceri di Assad fino ad un nuovo inizio nella città di Torino.

Il documentario racconta il sogno di un domani che ha inizio a Tripoli, nel Libano del nord e che diviene realtà su un volo di linea per Roma, con in tasca un visto umanitario rilasciato dal governo italiano. Un’odissea familiare che raccoglie in sé tutti i risvolti personali generati della crisi siriana: le difficoltà della condizione di profugo in Libano, l’inquietudine fra l’attaccamento alle proprie tradizioni e la scommessa di un futuro in Europa.
Un ponte di sogni, paure e aspettative affrontato in sicurezza grazie ai Corridoi Umanitari.

Commento della regista

“Prima della guerra avevano una vita meravigliosa: queste persone potremmo essere noi. L’idea di realizzare un docufilm è nata un po’ per caso; ci eravamo occupati di “Corridoi umanitari” prima ancora del loro reale avvio insieme a Gad Lerner. Eravamo venuti a conoscenza di questo progetto pilota in Europa che poteva sembrare lapalissiano, nella pratica, ma rivoluzionario nel panorama europeo: mettere a disposizione di persone vulnerabili, in paesi devastati da guerre e conflitti, un aereo e un visto umanitario per agevolare il passaggio in paesi sicuri e accoglienti, evitando così il possibile rischio di morte in mare o subire patimenti e torture da parte di scafisti senza scrupoli. L’unica soluzione ragionevole. Abitando a Beirut, città di partenza per le persone coinvolte dal progetto, ho deciso contattare gli operatori sul campo. Da una curiosità iniziale la mia attenzione è poi diventata esigenza e poi, lo ammetto, un onore: poter essere prossima a molte persone; ad una famiglia in particolare, quella Makawi, diventata la protagonista del racconto e con la quale ho stretto una forte amicizia”

Calendario spettacoli

mercoledì 29 marzo ore 21:00

Ridotto Teatro Masini

Piazza Nenni, 2
48018 Faenza (RA)
0546 21306
teatromasini@accademiaperduta.it

La proiezione del documentario è a INGRESSO GRATUITO.

La sera della proiezione, il Ridotto del Teatro Masini aprirà alle ore 20,30