Accademia Perduta/Romagna Teatri si aggiudica la gara pubblica per la gestione delle attività teatrali del Teatro "Diego Fabbri" di Forlì

Mercoledì 30 maggio 2018, in Municipio a Forlì, è stata firmata la convenzione per la gestione delle attività del Teatro Comunale “Diego Fabbri”.
Ad aggiudicarsi la gara pubblica è stata Accademia Perduta Romagna Teatri.

La convenzione avrà durata di anni sei, a partire dalla stagione teatrale 2018/2019, e individua quale obiettivo operativo specifico il mantenimento e l'implementazione della programmazione del teatro comunale Diego Fabbri, in tutte le articolazioni, mediante la realizzazione di un calendario che tenga conto della diversificazione e delle esigenze del pubblico, avendo come finalità la promozione dell'arte e della cultura teatrale in un rapporto costante con la realtà locale, mai disgiunto dall'apertura alla dimensione nazionale, europea ed internazionale. Inoltre la programmazione di attività e di spettacoli dovrà consolidare il ruolo della Città di Forlì e del proprio Teatro comunale nel sistema Teatrale italiano in termini di produzione teatrale e di progetti di collaborazione e scambio nel mondo dello spettacolo a livello regionale e nazionale. 

Piena soddisfazione viene espressa dal Sindaco Davide Drei e dall’Assessora alla Cultura Elisa Giovannetti. “L’assegnazione della gestione del Teatro Diego Fabbri  in regime di convenzionamento - affermano in modo congiunto gli amministratori - è il risultato di un lavoro molto impegnativo che ha permesso di raggiungere uno dei punti di mandato, e cioè assicurare una forma di gestione sostenibile e capace di valorizzare le potenzialità della struttura, a vantaggio della qualità culturale e del servizio offerto ai cittadini. L’Amministrazione comunale ritiene il Teatro “Diego Fabbri” uno dei servizi più importanti per la Città, sia per la crescita culturale, sia come funzione di carattere sociale. Il fatto che ad aggiudicarsi l’assegnazione sia “Accademia Perduta Romagna Teatri” rappresenta una conferma della collaborazione proficua con una realtà radicata a Forlì fin dall’inizio degli anni ’80 e che ha saputo affermarsi quale punto di riferimento a livello nazionale. Il progetto presentato, che ha riscosso apprezzamento dalla commissione di gara e che sarà illustrato dal gestore entro breve, costituisce una garanzia per i prossimi sei anni di una politica culturale sul Teatro e permetterà a Forlì di sviluppare l’attività, per i forlivesi e per un pubblico sempre più vasto”.